Each of the following patterns can be ordered with your personal measurement by clicking

Ognuno dei seguenti cartamodelli può essere ordinato con le vostre misure personalizzate cliccando   

 This shirt is tought to be worn under a tailcoat. It has a collarband over which you can put different shaped collars.

Questa camicia dalla pettorina rigida è accessorio necessario sotto un frac o altro completo maschile congiacca a code. Ha un solino su cui è possibile inserire diversi tipi di colletto. 

  This formal evening attire in black features shiny silk lapels, a vest made of piquet, rigatino or white silk satin, and pants with silk embroidery along the side cut; it is worn with a white bow tie. This is a model that has remained much the same to the present day. The secret of its elegance lies partly in the cut but also very much in its execution. The line closely follows the body’s shape. The waist is tight and well-modeled. Since the jacket is worn unbuttoned, it needs to be made so that it adheres to the torso even in movement.     

  Completo formale da sera scuro con revers lucidi di seta, panciotto di piquet, rigatino o raso di seta bianco, pantaloni con passamaneria di seta lungo la cucitura laterale. Il tutto è accompagnato dal cravattino bianco. Questo frac si distingue da quello moderno soltanto in piccoli particolari come la lunghezza della coda. La linea segue molto da vicino le forme anatomiche del corpo. La vita è aderente e ben modellata. Dato che la giacca non si porta abbottonata, è impostata in modo che, adattandosi perfettamente al busto, resti al suo posto anche durante i movimenti della persona.     

  Here we have a totally pleated “Gibson girl” evening gown; the bodice is mounted with a foundation around the entire waistline, gathered all round, mainly focused at the front. The arm straps follow the line of the neckline's embroidered bands. The gown displays the typical S-line, with a deep décolleté and curled up sleeves. The silhouette of the bodice is tight and leaning forwards, with an eye-catching contoured belt. The bell-shaped gown has a rather complex structure, made of silk crepe with lace inserts.     

  Le affascinanti donne dell'epoca dono immortalate dai molteplici ritratti di Giovanni Boldini, il pittore che meglio seppe ritrarre l'eleganza maschile e femminile. Qui abbiamo un abito da sera dalla caratteristica linea e S, con ampio decolléte e maniche scivolate. La linea del corpino è molto affusolata e a punta sul davanti, con vistosa cintura sagomata. La gonna ad anfora ha una struttura abbastanza complessa con plissettature ed inserti di pizzo.

  The Dorsay, also called Kraus, Tyght, Tight, Jaquette, Morning Coat and so on, is one of the more famous of the very numerous family of waist-cut men's suits, and still used in formal occasions, especially weddings. In this morning coat for ceremonies, the coat is usually made of flannel and accompanied with lighter or striped trousers. White piquet or light silk satin are the most appropriate fabrics for the waistcoat on elegant occasions. As in all tails, assembly of this morning coat requires craftsmanship, time and patience.     

  Il Dorsay, anche chiamato Kraus, Tyght, Tight, Jaquette, Morning Coat e via dicendo, è uno dei più noti della numerosissima famiglia degli abiti da uomo spezzati in vita (tuttora riservato alle cerimonie di etichetta, specie matrimoni). Come in tutte le giacche tagliate a vita con falde, si notino le speciali caratteristiche del dietro, il quale possiede due pieghe fisse dette "infaldature", scendenti dalla vita fino all’orlo. Al centro invece vi è un'apertura con sormonto per tutta la lunghezza.    

  Shown is women's day attire with the characteristic S shape, composed of a skirt and Bolero. It should be worn over a smooth blouse with wide sleeves gathered at the wrist. The flared pleated skirt with its small train has a central shaped revers and insert.

  Completo da giorno dalla caratteristica linea e S, composto di gonna e bolero, da indossare su una camicetta dalla linea morbida e dalle maniche leggermente arricciate al polso.  La gonna è pieghettata con pannello centrale liscio e risvolti sagomati, ha una linea ad anfora con leggera coda.      

  Prohibition and Jazz are the hallmarks of the 1920s, as young people enamor themselves of the new motion picture stars: Clara Bow, Louise Brooks, Rudolf Valentino, and Josephine Baker. The 1920s also see the birth of three major women's fashion magazines: Vogue, The Queen, and Harper's Bazaar. For women, makeup, posture, and hairdressing become important fashion factors in addition to clothing; in this period, cosmetics becomes a major industry.     

  Gli anni venti vedono la nascita delle tre più importanti testate di moda: Vogue, The Queen, e Harper's Bazaar. Adesso le donne subiscono l'influenza dell'industria del cinema prendendo a modello stars come Clara Bow e Louise Brooks, non soltanto nell'abbigliamento ma soprattutto nel trucco, nell'acconciatura e nella postura. I capelli vengono perciò tagliati corti alla maschietta mentre sono bandite le curve naturali, eleggendo una donna ideale senza fianchi né petto.  

  In 1924, Oxford (and Cambridge) students, reacting to a ban on Knickers in University classrooms, begin wearing wide trousers, 25 inches around at the knee and 22 inches around the bottom, slipped over their Knickers. The style has a more general influence outside the University during the early 20th century, from the 1920s to around the 1950s, including America.

   Il proibizionismo, il boom del jazz e lo sviluppo dei mass media, sono il distintivo degli anni venti. I giovani hanno voglia di dimenticare la guerra scatenandosi nella frenesia della musica afroamericana. In questo periodo si impone un completo maschile con blazer scuro e pantaloni chiari, chiamati Oxford Bags perché lanciati dagli studenti dei college. La loro caratteristica è l'eccessiva larghezza all'orlo, certe volte anche 70 cm più della larghezza abituale, di solito confezionati in flanella.  

  Here is a formal evening suit in black with polished silk lapels, piquet waistcoat in striped or white silk satin, and pants with silk braids along the lateral seam; it is worn with a white bow tie. This pattern, with longer tails in comparison to the original model, has remained more or less unchanged until today.     

  Il frac o morning coat resta il completo di elezione per le occasioni eleganti. Sempre con i revers lucidi di seta, il panciotto di piquet, rigatino o raso di seta bianco, i pantaloni con la passamaneria di seta lungo la cucitura laterale ed il cravattino bianco. Le code sono più lunghe rispetto alla sua origine, ma per il resto la sua linea resta più o meno inalterata fino ai giorni nostri.  Non bisogna però dimenticare che il segreto dell'eleganza del frac dipende al cinquanta per cento dal taglio e altrettanto dalla realizzazione sartoriale. Oggigiorno è sempre più difficile trovare artigiani abili al punto da saper confezionare un frac impeccabile.      

  This is the female version of the formal evening suit made famous by Marlene Dietrich in the movie "Morocco" (1931). It is in black with shiny silk lapels, piquet waistcoat in striped or white silk satin, and pants with silk braids along the lateral seam (here pleated).   

  Questa è una versione al femminile del completo formale da sera reso celebre da Marlene Dietrich nel film "Marocco" (1930). Non soltanto la diva si mostrava in abiti maschili, ma aveva anche l'ardire di accendersi una sigaretta con gesti molto mascolini, una provocazione che la rendeva estremamente desiderabile. Non bisogna dimenticare il contesto in cui questo avveniva, un mondo del cinema mai più eguagliato nel campo della sceneggiatura, che ci descriveva donne che di mestiere facevano le giornaliste o le investigatrici, che divorziavano e si risposavano, che viaggiavano sole e uscivano la sera con le amiche.    

  The guêpière was invented in 1945 by Marcel Rochas, its name derives by the french word “guêpe” (wasp). It is a sort of development of the corset (under garment), proposed by designers to bring back the boned corset, but World War II cut short most fashion innovations. In the 1950s the guêpière, also known as a bustier or waspie, became fashionable. 

Questo indumento fu inventato da Marcel Rochas nel 1945, il suo nome deriva dal francese “guêpe” (vespa), dal latino “vespa”, per il paragone a “vitino da vespa”. La guêpière è un bustino femminile allungato con reggicalze e chiuso sulla schiena con una serie di ganci o lacci che assottiglia la vita. Negli anni 50 la guepiere sostituisce il corsetto intimo e la sua particolare forma a coppe staccate permette di essere meglio indossato sotto gli abiti a decolletè. Esso alterna tessuti rigidi ed elastici, è munito di stecche che modellano il corpo e ferretti che aiutano a sostenere il seno. 

 Hubert de Givenchy was a French designer born in 1927, whose rare combination of formal simplicity and rigorous grace made a sign in the history of fashion. He was a man with evergreen elegance, a composite culture, and an innate taste, focused on the details from fabrics to accessories. Givenchy made his debut at the age of 25 in 1952, but was in the following year that took place a decisive meeting for him and the future of his atelier. It was with the actress Audrey Hepburn who became his living muse and his ideal of female beauty. The models created for Audrey in the film “Sabrina” (1954) remain as milenstones in the fashion history, especially this, whose neckline (squared in front and a deeply V-neck on the back) gives the name to the "Sabrina neckline". 

 Hubert de Givenchy fu un creatore di moda francese nato nel 1927, la cui raffinata combinazione di semplicità e rigore ha lasciato un segno nella storia della moda. Il suo gusto era dedicato particolarmente nella scelta dei dettagli, dai tessuti agli accessori. Givenchy fece il suo debutto nel 1952 all’età di 25 anni ma fu nell’anno successivo che la sua carriera segnò una svolta, grazie all’incontro con Audrey Hepburn che diventò la sua musa ispiratrice. Infatti la freschezza ed innata eleganza della giovane attrice fecero di lei l’ambasciatrice di uno stile sobrio e senza tempo che continua ad affascinare milioni di giovani donne. Restano delle pietre miliari nella storia della moda gli abiti creti per lei per il film Sabrina ((1954), specialmente questo, la cui scollatura ha dato il nome ad un dettaglio di moda destinato a sopravvivere, cioè la "scollatura alla Sabrina", a barca sul davanti e profondamente a punta nella parte posteriore. 

   For this morning coat for ceremonies, the coat is usually made of flannel and accompanied by lighter or striped trousers. White piquet or light silk satin are the most appropriate fabrics for the waistcoat. As in all tails, the rear has special features; in this case there are two fixed pleats starting from the two buttons at waist height and continuing down to the bottom of the tails. At the center there is an opening with a full-length flap.

  Il Dorsay, anche chiamato Tight, della numerosa famiglia dei morning coat o abiti a falde, è tuttora usato, riservato esclusivamente alle cerimonie di etichetta, specie matrimoni. La giacca è solitamente realizzata in flanella, sovente accompagnata da pantaloni di tono più chiaro o rigati. Il piquet bianco o il raso di seta chiaro sono i tessuti più adatti al gilet nelle occasioni eleganti, mentre la flanella chiara è usata per le altre occasioni. 

 In the 19th century, English gentlemen on the "Grand Tour" would stop in Naples to have a suit made by a Neapolitan tailor. Since then the cult of elegance has always included that city's tradition of tailoring. Here we have a classic Neapolitan men's suit, whose construction requires refined workmanship, time and patience.    

  Sin dall'ottocento i gentiluomini inglesi in tour in Italia sostavano a Napoli per farsi confezionare un completo con giacca. Da allora il taglio alla Napoletana ha costituito un segno distintivo di eleganza maschile. Dagli anni cinquanta la linea della giacca non è cambiata molto, si va dal monopetto al doppio petto, dal tre bottoni al due bottoni, dal monospacco al centrodietro ai due spacchi laterali. Nell'abbigliamento maschile, quello che distingue fra loro le classi sociali, è ancora una volta la fattura sartoriale.    

 The black Givenchy dress of Audrey Hepburn is a little black dress designed by Hubert de Givenchy and worn by Audrey Hepburn in the opening of the 1961 romantic comedy film Breakfast at Tiffany's. The dress is cited as one of the most iconic items of clothing in the history of the twentieth century and perhaps the most famous "little black dress" of all time. 

 Il tubino nero "Colazione da Tiffany" di Audrey Hepburn, è un tubino nero disegnato da Hubert de Givenchy e indossato dall'attrice nella prima scena della commedia romantica Colazione da Tiffany (1961). L'abito è citato come uno degli elementi più rappresentativi di abbigliamento nella storia del XX secolo, e forse il più famoso "tubino nero" di tutti i tempi.